Tendaggi, pvc e vetri: scegliere la chiusura per pergole da esterno

Se nei mesi scorsi ti sei goduto pranzi domenicali e serate estive sotto al tuo gazebo o alla tua pergola bioclimatica, ora che arriva l’autunno ti starai chiedendo come non rinunciare a momenti speciali nel tuo spazio outdoor.

Le giornate si accorciano, ma il clima è ancora mite: perché non sedersi con un plaid e una tazza fumante a godersi una domenica pomeriggio in giardino?        E quindi, come fare a sfruttare al massimo le strutture che hai installato in terrazzo, per viverle anche nei mesi più freddi?

La risposta è scegliendo le giuste chiusure per pergole e strutture da esterno: oggi vedremo insieme come si possono installare superfici verticali di vetro o pvc per isolare al meglio gazebi e pergole, e come – la prossima primavera ed estate – potresti invece sbizzarrirti con tendaggi e tessuti. 

Vediamo ora insieme le diverse tipologie di chiusure da esterno, e approfondiamo le varie caratteristiche.

 

Chiusure da esterno in vetro: termoregolazione e luminosità 

Scegliere di abbinare ad una struttura esterna delle chiusure vetrate significa privilegiare luce, spazio e isolamento termico.

Il valore aggiunto del vetro è poi la sua innata capacità materica di creare uno spazio continuo da indoor e outdoor, rendendo gli ambienti più ampi e vivibili.

Le chiusure in vetro possono essere fisse o scorrevoli, con porte a scorrimento o ad apertura centrale o laterale, e possono essere a loro volta inserite in un sistema di infisso, ovviamente necessario per rendere la struttura più stabile.

I vantaggi di chiusure laterali in vetro, come accennato poco fa, sono indubbiamente:

  • la lucentezza
  • la possibilità di godersi uno spazio che unisce esterno ed interno
  • la termoregolazione favorita dal vetro, specialmente se sotto la pergola – o struttura similare – c’è anche un sistema di riscaldamento.

Tra gli aspetti a cui prestare attenzione se si sceglie il vetro, c’è sicuramente la delicatezza del materiale: a questo proposito è sempre opportuno confrontarsi con uno specialista per la scelta delle migliori chiusure, e optare per vetro temperato, particolarmente resistente e antischeggia.etro, può essere quello di non utilizzare il vetro su tutti i lati della struttura: questo, sia per una questione di stabilità e di performance del fabbricato, oltre che di garanzia termica.

 

chiusura per pergole da esterno

 

Scegliere una chiusura esterna in pvc per scegliere la massima libertà

Il pvc è un materiale molto interessante, che merita un breve approfondimento per comprendere appieno la sua versatilità.

Il pvc (cloruro di polivinile) è un composto termoplastico ricavato da materie prime naturali, dal quale si possono ottenere manufatti sia rigidi che flessibili.

È leggero, idrorepellente, resiste in modo ottimale agli attacchi funghi, muffe e batteri, ha ottime proprietà meccaniche e di resistenza alle abrasioni, sostiene bene l’usura ed è difficilmente infiammabile. 

Quando si sceglie questo materiale in ambito edilizio e architettonico, si sceglie la massima libertà di utilizzo: nel nostro caso, le chiusure esterne in pvc saranno mobili e impacchettabili, leggere come tessuti e resistenti come vetri.

Il pvc lascia entrare la luce e isola da vento e intemperie e, se ben calibrato, può sostenere anche un sistema di riscaldamento interno.

Scegliere questa tipologia di chiusura può essere saggio se per esempio la nostra casa è abitata da bambini e animali: il pvc è resistente e lavabile, e si mobilita con rapidità per aprire e chiudere.

 

Tendaggi e tessuti per pensare già alla bella stagione

Cosa c’è di meglio di una tenda dal colore raffinato e coordinato all’arredo da esterno del nostro giardino, per chiudere i lati di un pergolato o struttura similare?

Guardando già al prossimo anno, puoi immaginare una composizione di tessuti per chiudere i lati della tua struttura in terrazzo o in giardino: inoltre, le tende possono essere abbinate alle chiusure in vetro e pvc per creare arredamento e isolare dal sole.

Un consiglio utile può essere quello di privilegiare materiali facilmente lavabili e smacchiabili, optando per colorazioni e tessuti che non sbiadiscono con l’esposizione al sole e ad eventuali intemperie.

Qualunque sia la tua scelta, è sicuramente importante farsi consigliare al meglio da personale specializzato, che saprà indicarti la soluzione migliore per lo spazio outdoor che vuoi creare: proprio per questo, i nostri tecnici e consulenti sono a tua disposizione!

 

Articoli Correlati

Pergole bioclimatiche: come scegliere la tipologia più adatta?

Scegliere una pergola bioclimatica per il proprio outdoor significa scegliere una struttura che garantisce funzionalità e design e consente di godersi lo spazio aperto con la massima libertà, grazie al sistema di lamelle orientabili con le quali si regola la quantità di luce e aria che si desidera far circolare sotto la struttura. 

Scopri di più

Pergole in alluminio addossate o autoportanti: caratteristiche e vantaggi

Le pergole in alluminio da esterno sono delle strutture grazie alle quali è possibile ottimizzare gli spazi esterni della tua abitazione o esercizio commerciale. Ci sono due principali soluzioni di pergole da esterno: le autoportanti e le addossate. Quali sono le caratteristiche e i vantaggi di questi tipi di pergolato?

Scopri di più

Pergolati in legno o alluminio, quale scegliere?

I pergolati da esterno rappresentano la soluzione migliore per proteggere lo spazio esterno della tua casa e per sfruttare il giardino o terrazzo tutto l’anno. Le tipologie di materiale più utilizzate per realizzare queste strutture sono il legno e l’alluminio, ma quali sono le differenze e come scegliere il materiale più adatto?

Scopri di più